Walk on Job

Impara un Passo alla Volta

Cose False che Credi di Sapere sugli Addominali

Con la parola “addominali” si traduce l’insieme dei muscoli dell’addome, che svolgono importanti funzioni quali: postura, stabilizzazione della zona lombare della schiena, stabilizzazione del corpo durante il movimento e protezione degli organi interni. Allenare gli addominali consente di potenziare il nostro elemento portante, assottigliando sì la figura ma migliorando anche l’equilibrio, la postura e prevenendo in questo modo il mal di schiena.

PERCHÉ NOI NON ABBIAMO LA TARTARUGA
È il mito dei nostri tempi, avere un fisico scolpito e tonico, che faccia risaltare le nostre linee. I motivi per cui non riusciamo nell’intento che ci siamo prefissati sono svariati, i principali sono una dieta ipercalorica con abbondanza di carboidrati e un allenamento completamente errato. Vediamo quindi di sfate qualche falso mito sugli addominali:

RENDONO PIATTA LA PANCIA
Fare tanti addominali non ci aiuterà a smaltire la pancia, anzi potrebbe farla ingrossare. È essenziale lavorare su una corretta alimentazione, e se è il caso si deve aggiungere il lavoro cardiovascolare. Come dicono molti esperti,”gli addominali lavorateli a tavola”.

FANNO DIMAGRIRE
Lavorare molto con gli addominali non fa in alcun modo perdere peso, in quanto non si agisce sul grasso addominale ma sui muscoli. Al limite si otterrà un ventre più sodo, ma per eliminare il grasso sarà necessario intervenire sull’alimentazione. Sarà quindi necessario avere un massa grassa inferiore o uguale al 12%.

FARE TANTI ESERCIZI
Fare “3 serie a stanchezza” non serve assolutamente a nulla. Gli addominali sono muscoli come i pettorali, quindi vanno allenati allo stesso modo. Tre serie da 10 ripetizioni con sovraccarico (usare un peso durante gli esercizi) è il metodo migliore per allenare l’addome, ovviamente l’ideale è confrontarsi prima con un esperto.

ALLENARLI TUTTI I GIORNI
C’è chi va in palestra ogni giorno e sovraccarica di lavoro i poveri addominali, con la certezza di essere nel giusto. Niente di più sbagliato, per ottenere i risultati sperati sono sufficienti allenamenti da svolgere una o due volte la settimana.

ADDOMINALI ALTI E BASSI
È una suddivisione che dal punto di vista dell’anatomia umana non esiste. Esiste invece un unico muscolo, che viene chiamato “retto dell’addome”. È separato da fasci tendinei, quando si contrae si contrae tutto, al massimo si può variare l’angolazione del lavoro, per evitare la “noia muscolare”. Un crunch classico, ben eseguito, consente a tutto il muscolo di lavorare.

COME ALLENARLI
Prima di tutto si deve lavorare sulla postura, mantenendo la schiena dritta (pancia in dentro e petto in fuori), e consentendo così di contrarre gli addominali. Il primo passo è farlo in ufficio, seduti alla scrivania. Se aumentiamo il numero di ore in cui assumiamo una posizione corretta stiamo aumentando le ore di “allenamento” degli addominali. Gli esercizi sono tanti e hanno diverse varianti. La regola principale è cambiare gli esercizi che si eseguono, in modo tale da agire su tutti i fasci muscolari. La maggior parte di questi non prevede il ricorso agli attrezzi quindi si possono praticare in casa, in ufficio oppure all’aperto.

Luigi Russo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto