Walk on Job

Impara un Passo alla Volta

Come Rinnovare le Sedie

L’idea mi è venuta quando, gironzolando per casa, ho notato che alcune sedie del mio salotto sono parecchio mal ridotte. Così ho iniziato a pensare a qualche trucchetto DIY (ossia “do-it-yourself”, letteralmente fai da te) per non buttare la struttura, ma allo stesso tempo ridare nuova bellezza a loro e un nuovo look al mio salotto. Ecco sei possibili soluzioni trendy e facili da realizzare.

Basta un gomitolo di lana. Con 10 metri di lana del vostro colore preferito e due cuscini (uno un po’ più grande per la seduta e uno un po’ più piccolo per la parte sottostante), potrete trasformare una semplice sedia con sediolino di legno, in un confortevolissimo oggetto di design e relax. Prendete del nastro biadesivo e incollatelo sopra e sotto la seduta. Poi incollatevi sopra i cuscini, assicurandovi di fissarli bene, soprattutto nella parte bassa. Poi iniziate a passarvi attorno il filo di lana e il gioco è fatto.

Audiocassette. Vostra madre le ha conservate nel box, ma in realtà sono inutilizzabili anche per quel party vintage che sognavate di organizzare. Ma non tutto è perduto. Spogliatele dei vecchi nastri e usate gli involucri per creare spalliera e seduta, sfruttando il solo scheletro metallico o di legno della sedia: otterrete un vero oggetto vintage! Ma per chi non ha molta dimestichezza con il bricolage, meglio procedere a piccoli e sicuri passi, accontendandosi di rivestire la sedia non più tanto bella da guardare con i gusci delle vecchie cassette legate tra loro da fascette di plastica. Per dare un tocco davvero unico alla vostra creazione, riesumate il vostro vecchio walkman e fissatelo al lato della sedia con tanto di cuffie già collegate. Dentro lasciatevi quella musicassetta di Bim Bum Bam che amavate tanto da bambini. I vostri amici ne andranno pazzi!

Molto spesso a soffrire per primi sono i braccioli: stoffa che si consuma, imbottitura dilaniata dal felino di casa. Come rimetterli a nuovo? Questo blog ci dà un’idea. Prendete del tessuto da tappezzeria per divani (si trova facilmente in merceria o da un tappezziere) e cucite una tasca della lunghezza del vostro bracciolo. Create quattro lacci da posizionare in modo equidistante sulla lunghezza del rivestimento, che si ricongiungeranno mediante un bottone a pressione dall’altra parte del bracciolo. Una volta cucita la tasca, fabbricatene un’altra in cotone in cui andrete a inserire del riso, stando attenti a non esagerare perché la consistenza del cuscino interno sia della consistenza ottimale. Una volta riempito, sigillatelo e praticate due cuciture nel primo e secondo terzo del cuscino. Inseritelo nella prima tasca preparata. Applicatelo alla poltrona da lavoro, saldando il tutto con i bottoni a pressione. Ripete anche per l’altro bracciolo.

Plastica e pennello. Se quella da rinnovare è una di quelle (solo in apparenza) banali sedie da giardino in plastica, non disperate, anzi scatenate la vostra fantasia! Usando del normale solvente per unghie, sbiancate la superficie. Recatevi da un ferramenta e fatevi consigliare la vernice più adatta per dipingere su plastica e il relativo fissante. Renderete così la vostra sedia unica!

Restyling. Sempre usando specifici prodotti adatti a riverniciare legno o plastica a seconda del material di cui è fatta la sedia da riportare in vita, potete anche sbizzarrirvi con stencil spiritosi da utilizzare solo per la seduta.

Cambiare il fondo di una sedia

Dove osano i bricoleurs. Questa è la vera impresa da compiere: rinnovare il rivestimento in tessuto della seduta. Estraete il fondo della sedia e usatelo come modello per tagliare la misura giusta di stoffa con cui rivestirlo. Lasciate qualche centimetro extra sui bordi. Scartavetrate la struttura della sedia e dipingetela con i colori che preferite. Controllate o rinforzate l’imbottitura della seduta. Dopo di che inserite la stoffa che avete scelto nel fondo e avrete a vostra disposizione una sedia completamente nuova!

Luigi Russo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto